La Storia

La società sportiva pallavolo di San Severino nasce ufficialmente nel 1975 per iniziativa di alcuni giovani del luogo, sospinti da un grande entusiasmo, e dall’infaticabile don Fernando Porfiri.

La denominazione iniziale è “C.G. San Severino Volley Club”, dove le maiuscole C e G stanno a significare “Circolo Giovanile”. Il nuovo sodalizio, guidato dal presidente-sacerdote don Fernando, debutta nel settore maschile iscrivendosi al campionato provinciale di seconda divisione.

Nel 1976 prende corpo anche il settore femminile che, al pari di quello maschile, dà vita a una formazione di seconda divisione provinciale. Alla guida della società si registra il passaggio di testimone tra don Fernando e Venanzo Capesciotti, un altro dei soci fondatori.

 

Dal 1977 al 1979 è Luciano Mulinari a guidare, da presidente, la compagine societaria; poi, con la stagione 1979-80 si apre la prima, lunga, parentesi di Albino Ciarapica che, senza timore di essere smentiti, può essere considerato il vero “mecenate” del volley settempedano. Sotto la sua guida il movimento pallavolistico locale conosce un progressivo sviluppo, si qualifica e si afferma poi definitivamente con il traguardo della serie B nazionale e con la maturazione di numerosi talenti.

I verbali della società, indispensabile fonte di “memorie storiche”, registrano la presidenza di Ciarapica per otto stagioni consecutive, fino al 1987. In questo arco temporale la squadra maschile raggiunge la serie C1 e qui dà vita a numerose, avvincenti sfide all’interno delle quattro mura della piccola palestra dell’istituto tecnico industriale “Eustachio Divini”, dove il pubblico si accalca puntualmente, a bordo campo, per sostenere i “giganti” del volley nostrano. Va forte anche la formazione femminile, soprattutto alla fine degli anni ’80, quando riesce a salire prepotentemente in serie C2 e a creare un particolare entusiasmo in tutto l’ambiente sportivo di San Severino. Nel 1987 Albino Ciarapica cede il timone della società a Cesare Martini, a seguito di inconciliabili impegni politico-amministrativi. Per volere del “direttivo” resta però presidente onorario e poi, nel 1990-91, torna ai vertici del gruppo dirigente conservando l’incarico fino al 1997, anno in cui purtroppo ci lascia per sempre.

Grazie

In questa seconda gestione Ciarapica si assiste all’incredibile ascesa del settore maschile che dalla D sale inesorabilmente, in pochi anni, sul palcoscenico della serie B1 nazionale, rimanendovi per tre anni di seguito.

Dopo la scomparsa di Ciarapica, la società viene presa in mano per due stagioni da Giovanni Soverchia. La formazione maschile disputa ancora la serie B1 nazionale ad altissimi livelli, confermando i buoni risultati degli anni precedenti ed entrando di diritto nel novero delle realtà tecniche più accreditate della “cadetteria”.

 

Con il nuovo millennio la locale società di volley decide di imprimere una svolta alla programmazione della sua attività agonistica: non più la serie B1, bensì un progetto di grande investimento sul settore giovanile (maschile e femminile).

La società, presieduta da Lamberto Smerilli, vara con successo il “progetto scuola”, incrementa le iscrizioni nel campo del minivolley, segue con particolare attenzione le sorti delle formazioni giovanili e raccoglie importanti soddisfazioni agonistiche. Basti pensare all’exploit dell’under 15 maschile, che dopo aver vinto il campionato regionale, compie una fantastica “galoppata” e conquista il titolo di vice campione d’Italia nella sua categoria.

 

Sotto la presidenza Paoloni la squadra maschile continua i suoi campionati regionali tra la C alla D; nella stagione 2006-07 la Sios Novavetro disputa la C, serie che manterrà fino al 2010. Intanto una nuova generazione sta venendo alla ribalta; nella stagione 2006-07 le ragazze under 14 vincono il titolo regionale, qualificandosi per le finali nazionali di Boario Terme. La prima squadra femminile, intanto, non riesce ad andare oltre la prima divisione, ma nei campionati 2008-09 e 2009-10 avviene la svolta: due promozioni consecutive proiettano anche il settore femminile settempedano nell’élite della pallavolo regionale. Un balzo considerevole, in soli due anni, dalla prima divisione alla serie C! Le ragazze sembrano non accontentarsi e nel campionato 2010-11 fanno un pensierino anche per la B2, ma si fermano alle semifinali play off. Non solo, hanno uno strepitoso cammino anche in Coppa Marche, dove ottengono la piazza d’onore.

 

Nel 2012 Luca Crescenzi succede a Paolo Paoloni alla guida della società. Nella prima stagione sotto la presidenza Crescenzi la squadra maschile, dopo un campionato eccellente, raggiunge nuovamente il traguardo della serie C; la compagine femminile retrocede in serie D.  Mentre i ragazzi, l’anno successivo, disputano un buon campionato nella massima serie regionale, le ragazze si fanno valere in serie D, accarezzando la promozione. Il 2014 è l’anno delle scelte dolorose in nome dell’oculatezza finanziaria. La dirigenza, infatti, decide di non iscrivere la squadra maschile alla serie C, ma preferisce mettere in piedi un nuovo progetto, quello della linea giovani, ripartendo dal campionato di serie D, con un roster formato da giovanissimi atleti locali.

Nel dicembre 2015 il teatro Feronia ospita i festeggiamenti per i primi 40 anni della società con atleti, dirigenti, tecnici e numerosi ospiti.

 

La stagione 2015-16 regala al volley settempedano la promozione in serie C della squadra maschile e il titolo provinciale della squadra under 13 femminile.

L’estate 2016 segna il cambio della guardia alla presidenza della San Severino Volley: Luca Crescenzi, dopo quattro anni, lascia il posto a Cesare Martini, che ritorna così al vertice della società dopo l’esperienza avuta dal 1987 al 1990.