Sios Novavetro, ai play-out arriva la salvezza!

Print Friendly, PDF & Email

Sabato 28 aprile, nel ritorno dello spareggio play-out che si è disputato a Porto Recanati, la Sios Novavetro ha battuto la formazione di casa con un netto 3-0, centrando, finalmente, l’obiettivo salvezza.
Un risultato ottenuto dopo una stagione travagliata nella quale i gialloblù hanno sempre dovuto fare i conti con gli infortuni e con risultati che stentavano a venire.
La prima fase è stata chiusa al sesto posto con un misero bottino di quattro vittorie e 13 punti. Nella seconda fase la Sios Novavetro deve affrontare la “poule salvezza”, e anche qui la partenza non è delle migliori. Subito due ko: il primo in casa della Bertuccioli Bottega Volley, il secondo tra le mura amiche con la Volley Game Falconara. La terza giornata salta per il cattivo tempo e la settimana successiva i nostri ragazzi vanno ancora al tappeto, questa volta ad Agugliano: sarà questa, però, l’ultima sconfitta! Il mercoledì seguente si recupera la partita rinviata e i nostri ragazzi battono Porto Recanati, aprendo la serie di vittorie, che durerà fino alla fine.
Quarto posto conclusivo nella seconda fase a soli due punti dalla salvezza diretta e spareggi play-out inevitabili. E’ Porto Recanati la squadra da affrontare, un sestetto già battuto due volte nel corso del girone e quindi alla portata dei settempedani. La prima partita si gioca al Palasport Ciarapica e la Sios Novavetro vince senza troppi problemi con il massimo scarto. Ma per ottenere la tanto agognata salvezza bisogna andare a conquistare anche il campo di Porto Recanati, in modo da evitare la bella. I nostri ragazzi svolgono il compito con la massima diligenza ed ottengono il pass per rimanere in serie C.
La stagione è iniziata con una squadra non al completo – ci dice coach Broglietti – mancavano alcuni elementi e si è riusciti parzialmente nell’intento di completarla. Pertanto la prima fase delle gare è stata affrontata con poca continuità e, nelle partite perse 3-2, è mancata la zampata finale per portare a casa il risultato.
Perciò, invece di partecipare ai play-off, come prefissato, ci si è trovati ad affrontare i play-out, fase in cui, dopo un inizio sofferto, ci siamo finalmente riscattati, nonostante la squadra sia stata completamente rivoluzionata causa continui infortuni.
Questi infatti, iniziati a settembre e proseguiti durante tutto l’anno, con lo stop di un giocatore per tutta la seconda fase, hanno condizionato gravemente l’intera stagione.
Ma per me, fare questo campionato – conclude il tecnico – è stata una bella esperienza e il rapporto con la squadra si è dimostrato piacevole e soddisfacente”.

Sandro Casoni