La squadra U13F “Giallo” terza nella finale provinciale

Print Friendly, PDF & Email

Terzo posto per la squadra under 13 femminile “Giallo” alla finale provinciale disputata a Caldarola lo scorso 22 aprile. Le ragazze guidate da coach Moretti subiscono due sconfitte, la prima con “Si con te Superstore Recanati” (0-2) e la seconda con le neo campionesse provinciali della “Paoloni Appignano” (1-2); due sconfitte che non intaccano, però, l’ottimo percorso che le ha viste protagoniste nel campionato appena concluso.
Un cammino stagionale di qualità, con un brillante secondo posto in classifica nel girone B (13 vittorie e una sola sconfitta). Il piazzamento permette alle giovani atlete settempedane l’accesso in semifinale 1, contro le formazioni di Valfiastra e Pollenza: la prima viene regolata per 2-1 mentre alle pollentine viene inflitto un secco 2-0.
Quindi la finale, l’emozione nella prima gara, la reazione nella seconda, ma non basta.
Impegno e passione, queste le caratteristiche comuni di Favor Amaefule, Sara Angeloni, Agnese Bisonni, Lucrezia Colotti, Margherita Crescenzi, Federica Lucerna, Veronica Marozzi, Francesca Plesca, Chiara Tiburzi, Sara Vecchi, Martina Verdinelli.
“In finale, purtroppo, non abbiamo espresso il gioco a cui siamo abituati – commenta così coach Moretti – sicuramente tra le ragazze c’era molta tensione e giocare con un pallone diverso da quello con cui ci alleniamo non ha aiutato a superarla; la prima partita eravamo contratte e abbiamo pagato soprattutto in ricezione. Nella seconda le ragazze sono partite più convinte ed hanno giocato alla pari per tre set contro la formazione che poi sarebbe arrivata prima; siamo usciti sconfitti ma sono stato contento della reazione che hanno avuto dopo la prima partita.
Ha avuto un peso specifico importante il fattore emotivo che nel femminile è determinante soprattutto a questa età.
Giocare queste partite aiuterà a crescere e ad affrontare le prossime gare importanti con meno ansia.
La stagione è stata molto positiva – prosegue il tecnico – ho visto le ragazze crescere molto sotto l’aspetto tecnico e sono state anche molto ricettive nello sviluppare nuove metodologie di gioco; ovviamente il percorso per loro è ancora lungo ma hanno una buona base da cui partire.
L’obiettivo della stagione era arrivare alla finale, che poi abbiamo giocato, e devo dire che guardando i gironi dove abbiamo battuto due volte i campioni, e una vinta e una persa, tra l’altro sempre ai vantaggi, con chi è arrivato secondo, non posso che essere estremamente soddisfatto. Certo si può fare sempre meglio – conclude Moretti – ma sono veramente orgoglioso delle ragazze, per quello che hanno fatto e per la coesione di gruppo che hanno creato”.

Sandro Casoni