Impresa Sios negli ottavi di Coppa Marche

Print Friendly, PDF & Email

La Sios si aggiudica la gara di andata degli ottavi di Coppa Marche, battendo al palasport “Ciarapica” l’U.S. Volley ’79 di Civitanova Marche per 3-2 con parziali di 17-25, 17-25, 25-18, 25-21, 15-10. La compagine civitanovese, militante nel campionato di serie C, si presenta imbattuta a San Severino sia nel massimo torneo regionale, sia in Coppa Marche; un avversario ostico e molto difficile per i nostri ragazzi. Coach Domizioli schiera capitan Muscolini in palleggio, Matteo Caciorgna opposto, Giuliani e Marco Caciorgna in posto 4, Moretti e Lorenzini centrali, Soverchia e Amici liberi, alternati nelle fasi di ricezione e difesa. Nel corso della gara spazio anche a Mosciatti, Cesaretti, Giorgi e Maggiori. Coach Cavalieri risponde con gli ex Zamponi e Petrocchi nella diagonale palleggiatore – opposto, Remia (altro ex) e Martinez schiacciatori di banda, Silvestroni e Boccanera al centro, Leoni libero; al termine del quarto set in campo anche Borsini. Nei primi due parziali gli ospiti conducono i giochi con attacchi ben assestati che entrano senza difficoltà fra le maglie della difesa locale mentre la Sios commette molti errori che compromettono da subito l’andamento del match. Nel terzo set il vento cambia, i settempedani cominciano a giocare in modo più ordinato, gli errori diminuiscono e l’US Volley ’79, forse già pregustando l’agevole vittoria, ha un calo di concentrazione che porta i suoi atleti a divenire più fallosi e meno efficaci dei primi due parziali. La Sios ne approfitta, accorcia le distanze e comincia a credere alla clamorosa rimonta. Nello sport, si sa, quello che non ti aspetti a volte si materializza e questa è una di quelle volte. Evidentemente anche coach Domizioli annusa l’aria del colpaccio e rimette in campo tutti i titolari per tentare di conquistare il tie break, che arriva puntuale di lì a poco. Il quinto set vede ancora i padroni di casa andare subito avanti con molta determinazione, ma solo dopo il cambio di campo (8-6) allungano decisamente (14-8) e, dopo due match point annullati, possono finalmente esultare per un’impresa, impensabile dopo i primi due parziali. Ora, fra quindici giorni, la gara di ritorno a Civitanova; sarà una partita molto dura, ma i nostri atleti dovranno tirar fuori il meglio se vorranno avere ragione di un’avversaria che, in casa propria, sarà poco disposta a concedere qualcosa.

Sandro Casoni

DSC_4451

Una fase dell’incontro