Cala il sipario per Sios e Tormatic

Print Friendly, PDF & Email

Cala il sipario per Sios e Tormatic; entrambe non riescono a centrare i play off ma chiudono i rispettivi campionati con diversi segnali positivi. Soprattutto per la squadra maschile che è riuscita a disputare un’ottima stagione, raggiungendo una posizione che a settembre nessuno avrebbe immaginato; un team giovane, con un solo giocatore di esperienza (Zamponi) e un coach che è riuscito a tirar fuori il meglio da questi ragazzi. Altalenante il cammino della compagine femminile, sulla quale erano riposte più aspettative, viste le buone cose fatte vedere nella stagione precedente, anche se coach Mosca ad una intervista di inizio stagione ci aveva messo in guardia, dicendo: “…il nostro sport ci insegna che si riprende sempre dall’inizio…”! Una squadra diversa, forse meno bella a vedersi, ma capace di giocarsela anche con le squadre più forti; meno risultati, certo, ma identica voglia di lottare!
Nell’ultima giornata di campionato la Sios perde, con il massimo scarto (16-25, 19-25, 23-25), la sfida contro la quotata Max Control. I padroni di casa, già in formazione rimaneggiata per le assenze di Zamponi e Giuliani, dopo pochi punti della gara patiscono anche l’infortunio di Caciorgna, che deve uscire dal campo; SIOSuna tegola che pesa nel morale e negli equilibri della squadra. I senigalliesi prendono subito il largo, sfruttando il momento di sbandamento dei locali, e si aggiudicano il primo set senza grosse difficoltà. Equilibrio nella prima parte del secondo parziale con la Sios che rimane a ruota degli avversari fino al punteggio di 8-9, poi la Max Control comincia a guadagnare terreno; un attacco di Francesconi segna il +4 (12-16) per gli ospiti. Un ottimo muro di Lorenzini tiene accese le speranze gialloblù (17-20), ma Senigallia allunga e si porta sullo 0-2. Capitan Muscolini, in apertura di terzo set, sorprende gli avversari con un bel tocco di seconda (1-0), suonando così la carica ai suoi che riescono a creare un certo margine di vantaggio (6-2), subito riassorbito dalla formazione avversaria (7-6). I settempedani, in questo frangente di partita, giocano meglio e il loro vantaggio aumenta fino al 10-7, dopo un primo tempo di Lorenzini. La Max Control difende bene e ricomincia ad attaccare in modo molto efficace trovando il pareggio a quota 10 e il vantaggio sul punteggio di 13-14, con Francesconi. Il sestetto di coach Lanari trova poca opposizione e ben presto si porta a +4 (13-17); ancora +4 sul 19-23, poi un colpo di coda dei locali con Muscolini, ancora una volta di seconda (20-23) e con Lorenzini, che stoppa a muro un attacco ospite (21-23). Gli atleti di casa resistono fino al 23-24, poi soccombono.
La Tormatic viene sconfitta al tie break (20-25, 19-25, 25-17, 25-18, 14-16) nella gara interna con la NGTEC Bottega Volley di Colbordolo. Coach Mosca schiera Mattei in palleggio opposta a Crescenzi, in banda Paparoni e Meschini, al centro Paoloni e Campetella, Palmieri libero. Primo set giocato su ritmi piuttosto blandi; le due formazioni si studiano e rimangono incollate fino al 12-12. La Tormatic rosicchia qualcheDSC_08851 punto alla NGTEC portandosi piano piano sul 20-17, ma Colbordolo con un break micidiale (8 punti) si aggiudica il parziale. Secondo set giocato da entrambe le formazioni con un ritmo leggermente superiore. Le due squadre procedono appaiate fino ai 18 punti, ma è Bottega che, potendo contare su una difesa più efficace, riesce a portarsi avanti e ad aggiudicarsi anche il secondo parziale. Terza frazione sicuramente più “spumeggiante”; coach Mosca prova a cambiare qualche cosa in campo e la Tormatic riesce a controllare il gioco quasi con prepotenza. Le ospiti, in effetti, subiscono la nuova situazione tattica e non riescono a macinare gioco come fatto in precedenza ed il set viene tranquillamente vinto dalle locali. Nel quarto parziale le settempedane partono di nuovo forte e la NGTEC sembra non reggere il loro ritmo. Sicuramente un’altra squadra, quella di coach Mosca, rispetto a quella vista ad inizio match ed il vantaggio di +10 sul 20-10 ne è la dimostrazione, ma l’ingresso dell’ottima Vidali in battuta permette alla squadra di Colbordolo di rifarsi sotto, come già successo nel primo set. Il parziale è però vinto dal sestetto di casa che si porta sul 2-2. Ottima partenza delle atlete di casa nel tie-break, ma le ospiti vanno al cambio di campo in vantaggio, che manterranno fino alla fine, aggiudicandosi così il match.
La Cesedil lascia l’intera posta a Castelferretti, in un incontro senza stimoli per i settempedani, già condannati agli spareggi play out. I ragazzi di coach Poleti saranno opposti alla Messersì Packaging Serra de’ Conti; gara 1 in campo esterno sabato 18, gara 2 alla palestra Itis sabato 25 aprile.

Sandro Casoni – Gabriele Panzarani